P.O. Tione di Trento

Presidio Ospedaliero di Tione di Trento

Direttore: Dott. Vincenzo Cutrupi
Referente URP: Rosella Bonenti 0465/331339
Segreteria: Ass. Amm.: Ass. Amm.: Sig.ra Natalia Alvarez Duaso, Sig.ra Rosella Bonenti, Sig.ra Anna Pironi


Presentazione

Il Presidio Ospedaliero di Tione è strutturato nelle seguenti Unità Operative o Servizi:

DIREZIONE MEDICA: Direttore Dr. Umberto Papa
SERVIZIO INFERMIERISTICO: Responsabile Dott.ssa Paola Stenico
U.O. ANESTESIA E RIANIMAZIONE: Direttore Dr. Augusto Gallucci
CENTRO DIALISI: Direttore Dr. Giuliano Brunori
U.O. CHIRURGIA GENERALE: Direttore Dr. Umberto Papa
U.O. MEDICINA GENERALE: Direttore Dr. Luigi Battaia
MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE,
U.O. ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA: Direttore Dr. Luigi Umberto Romano
U.O. OSTETRICIA E GINECOLOGIA: Direttore Dr. Mauro Pongetti
U.O. PATOLOGIA CLINICA: Direttore Dr. Vincenzo Cutrupi
PRONTO SOCCORSO: Responsabile Dr. Silvano Piccone
POLIAMBULATORI SPECIALISTICI: Responsabile Dr. Domenico Gaetano
RADIOLOGIA DIAGNOSTICA: Direttore Dr. Eugenio Marsilli

Classificazione Lea

Assistenza Ospedaliera

A chi è rivolto
Vedi schede relative al Servizio/U.O.


Standard

La pulizia dei locali delle parti comuni e delle camere di degenza e servizi igienici di pertinenza è assicurata da: Almeno 2 passaggi al giorno (mattina e pomeriggio)

La qualità del vitto è misurata attraverso indagini presso i degenti nelle quali deve risultare una soddisfazione di almeno il 70% degli intervistati

Viene assicurato il rispetto della normativa sull'igiene

La varietà del menù è garantita dalla possibilità di almeno 2 scelte per piatto (primo e secondo)

La dieta è considerata come parte integrante della cura e quindi sono assicurate diete compatibili con la patologia e le condizioni del paziente

E' assicurata la coerenza fra diete validate e distribuite

Gli orari di distribuzione del vitto sono: Colazione: dalle 7 alle 8,15 Pranzo:dalle 11 alle 12,15 Cena: dalle 17,30 alle 18,45

La pulizia delle lenzuola è assicurata dal loro tempestivo cambio

E' assicurata la possibilità per il cittadino di accedere ad un punto di ristoro (anche automatico) e la possibilità di acquistare almeno uno dei principali quotidiani locali

L'informazione per l'orientamento all'ingresso è assicurata attraverso la disponibilità di un prospetto informativo (cartellonistica all'ingresso e sui percorsi) riassuntivo dei servizi e di come raggiungerli

L'informazione all'interno degli ascensori è assicurata con informativa (cartellonistica) contenente indicazioni dei piani e dei servizi

L'informazione generale sui servizi della struttura e del reparto è assicurata con la consegna a tutti i fruitori dei servizi della relativa scheda della Carta dei Servizi

Per assicurare la riconoscibilità immediata e agevole dell'identità degli interlocutori, tutto il personale di contatto con il pubblico deve portare il cartellino identificativo o etichetta stampata sulla divisa con scritti a caratteri ben leggibili: nome, cognome e qualifica

E' assicurata la presenza di almeno 1 cassetta raccolta reclami, segnalazioni e proposte di miglioramento per ogni piano nelle strutture complesse e almeno 1 nell'atrio nelle altre strutture

Per rendere esplicita la situazione in merito alla qualità percepita è assicurata a richiesta la disponibilità del rapporto annuale sui reclami, sulle segnalazioni e sulle proposte di miglioramento

E' assicurata l'applicazione della procedura stabilita per il consenso informato

La consegna della cartella clinica secondo le normative vigenti è assicurata entro massimo 20 giorni dalla richiesta


Direzione di Distretto/Ospedale

Referente URP: Sig.ra Rosanna Zoanetti
Dirigenti: Dr. Umberto Papa, Direttore Medico di Presidio, Dr. Mariangela Togni, Responsabile Servizio Assistenza Territoriale, Dott. Luca Gherardini, Responsabile Servizio Amministrazione.
Segreteria: Amalia Paletti, Claudio Marchiori, Nadia Caola.

Indirizzo: Via Trento, n.15 - 38079 Tione di Trento
Piano: rialzato
Telefono: 0465 331 203
Fax: 0465/321795
E-Mail: direzione@.apss.tn.it
Orari di Apertura: dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00


Presentazione

I Distretti Sanitari rappresentano l'articolazione organizzativa dell'Azienda sul territorio. Ad essi "è assegnata la responsabilità di fornire, con riguardo ai rispettivi ambiti territoriali ed alle competenze attribuite, le prestazioni e attività proprie del servizio sanitario provinciale in materia di prevenzione, cura, riabilitazione e medicina legale attraverso la gestione ottimale delle risorse assegnate e per il conseguimento degli obiettivi definiti, in sede di programmazione dalla Direzione Generale". In particolare i Distretti Sanitari forniscono prestazioni in materia di prevenzione, di educazione sanitaria, di certificazione, di cura, di riabilitazione e di medicina legale che non richiedono necessariamente lo spostamento del cittadino in una struttura apposita, come può essere l'ospedale o il poliambulatorio. Esempi concreti di tali attività sono: l'informazione, la prenotazione e l'assistenza amministrativa ai cittadini per l'utilizzazione dei vari servizi sanitari e sociali; l'educazione sanitaria; l'assistenza di medicina generale, specialistica pediatrica, ambulatoriale e domiciliare; l'assistenza domiciliare integrata; l'assistenza consultoriale per la tutela materno-infantile; gli interventi residenziali e semiresidenziali; l'assistenza specialistica poliambulatoriale; modulistica per l'assistenza sanitaria all'estero; gli interventi per l'età evolutiva; gli interventi per l'handicap; le attività territoriali psichiatriche; le attività di competenza della Direzione Igiene e Sanità Pubblica. Comprende il territorio dei comuni di: bersone, bleggio Inferiore, bleggio Superiore, bocenago, bolbeno, bondo, bondone, breguzzo, brione, Caderzone, Carisolo, Castel Condino, Cimego, Condino, Daone, Darè, Dorsino, Fiavé, Giustino, Lardaro, Lomaso, Massimeno, Montagne, Pelugo, Pieve di bono, Pinzolo, Praso, Preore, Prezzo, Ragoli, Roncone, San Lorenzo in banale, Spiazzo, Stenico, Storo, Strembo, Tione di Trento, Vigo Rendena, Villa Rendena, Zuclo. I Distretti Sanitari rappresentano l'articolazione organizzativa dell'Azienda sul territorio. Ad essi "è assegnata la responsabilità di fornire, con riguardo ai rispettivi ambiti territoriali ed alle competenze attribuite, le prestazioni e attività proprie del servizio sanitario provinciale in materia di prevenzione, cura, riabilitazione e medicina legale attraverso la gestione ottimale delle risorse assegnate e per il conseguimento degli obiettivi definiti, in sede di programmazione dalla Direzione Generale". In particolare i Distretti Sanitari forniscono prestazioni in materia di prevenzione, di educazione sanitaria, di certificazione, di cura, di riabilitazione e di medicina legale che non richiedono necessariamente lo spostamento del cittadino in una struttura apposita, come può essere l'ospedale o il poliambulatorio. Esempi concreti di tali attività sono: l'informazione, la prenotazione e l'assistenza amministrativa ai cittadini per l'utilizzazione dei vari servizi sanitari e sociali; l'educazione sanitaria; l'assistenza di medicina generale, specialistica pediatrica, ambulatoriale e domiciliare; l'assistenza domiciliare integrata; l'assistenza consultoriale per la tutela materno-infantile; gli interventi residenziali e semiresidenziali; l'assistenza specialistica poliambulatoriale; modulistica per l'assistenza sanitaria all'estero; gli interventi per l'età evolutiva; gli interventi per l'handicap; le attività territoriali psichiatriche; le attività di competenza della Direzione Igiene e Sanità Pubblica. Comprende il territorio dei comuni di: bersone, bleggio Inferiore, bleggio Superiore, bocenago, bolbeno, bondo, bondone, breguzzo, brione, Caderzone, Carisolo, Castel Condino, Cimego, Condino, Daone, Darè, Dorsino, Fiavé, Giustino, Lardaro, Lomaso, Massimeno, Montagne, Pelugo, Pieve di bono, Pinzolo, Praso, Preore, Prezzo, Ragoli, Roncone, San Lorenzo in banale, Spiazzo, Stenico, Storo, Strembo, Tione di Trento, Vigo Rendena, Villa Rendena, Zuclo. I SERVIZI DELL'ASSISTENZA DISTRETTUALE Assistenza sanitaria di base (Servizio Amministrazione - Ufficio Prestazioni) Emergenza sanitaria territoriale (Unità Operativa Trentino Emergenza -118) Assistenza specialistica e diagnostica ambulatoriale Assistenza territoriale (Unità Operativa Assistenza Territoriale) Assistenza consultoriale per la tutela materno-infantile (Consultori) Assistenza psichiatrica (Unità Operativa di Psichiatria) Assistenza psicologica (Unità Operativa di Psicologia) Assistenza a favore di soggetti dipendenti da sostanze alcoliche (Centri di Alcologia) Assistenza neuropsichiatrica infantile (Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile) Igiene pubblica distrettuale I Distretti Sanitari rappresentano l'articolazione organizzativa dell'Azienda sul territorio. Ad essi "è assegnata la responsabilità di fornire, con riguardo ai rispettivi ambiti territoriali ed alle competenze attribuite, le prestazioni e attività proprie del servizio sanitario provinciale in materia di prevenzione, cura, riabilitazione e medicina legale attraverso la gestione ottimale delle risorse assegnate e per il conseguimento degli obiettivi definiti, in sede di programmazione dalla Direzione Generale". In particolare i Distretti Sanitari forniscono prestazioni in materia di prevenzione, di educazione sanitaria, di certificazione, di cura, di riabilitazione e di medicina legale che non richiedono necessariamente lo spostamento del cittadino in una struttura apposita, come può essere l'ospedale o il poliambulatorio. Esempi concreti di tali attività sono: l'informazione, la prenotazione e l'assistenza amministrativa ai cittadini per l'utilizzazione dei vari servizi sanitari e sociali; l'educazione sanitaria; l'assistenza di medicina generale, specialistica pediatrica, ambulatoriale e domiciliare; l'assistenza domiciliare integrata; l'assistenza consultoriale per la tutela materno-infantile; gli interventi residenziali e semiresidenziali; l'assistenza specialistica poliambulatoriale; modulistica per l'assistenza sanitaria all'estero; gli interventi per l'età evolutiva; gli interventi per l'handicap; le attività territoriali psichiatriche; le attività di competenza della Direzione Igiene e Sanità Pubblica. Comprende il territorio dei comuni di: bersone, bleggio Inferiore, bleggio Superiore, bocenago, bolbeno, bondo, bondone, breguzzo, brione, Caderzone, Carisolo, Castel Condino, Cimego, Condino, Daone, Darè, Dorsino, Fiavé, Giustino, Lardaro, Lomaso, Massimeno, Montagne, Pelugo, Pieve di bono, Pinzolo, Praso, Preore, Prezzo, Ragoli, Roncone, San Lorenzo in banale, Spiazzo, Stenico, Storo, Strembo, Tione di Trento, Vigo Rendena, Villa Rendena, Zuclo. I SERVIZI DELL'ASSISTENZA DISTRETTUALE Assistenza sanitaria di base (Servizio Amministrazione - Ufficio Prestazioni) Emergenza sanitaria territoriale (Unità Operativa Trentino Emergenza -118) Assistenza specialistica e diagnostica ambulatoriale Assistenza territoriale (Unità Operativa Assistenza Territoriale) Assistenza consultoriale per la tutela materno-infantile (Consultori) Assistenza psichiatrica (Unità Operativa di Psichiatria) Assistenza psicologica (Unità Operativa di Psicologia) Assistenza a favore di soggetti dipendenti da sostanze alcoliche (Centri di Alcologia) Assistenza neuropsichiatrica infantile (Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile) Igiene pubblica distrettuale.