Ospedale di Rovereto

Indirizzo
Corso Verona, 4 - 38068 Rovereto
Telefono
0464.403111
Fax
0464.403573

Direttore: dott. Giuliano Mariotti

Presentazione

L'ospedale di Rovereto comprende i seguenti presidi ospedalieri:

Presidio ospedaliero S. Maria del Carmine - corso Verona, 4 - Rovereto tel. 0464-403111
Presidio ospedaliero di Ala - piazza Giovanni XXIII, 13 - Ala tel. 0464-403111


Accesso al Servizio

Informazioni generali Presso l'atrio dell'Ospedale S. Maria del Carmine di Rovereto tel. 0464 403500 dove si trova il CENTRO DI ACCETTAZIONE, PAGAMENTO, INFORMAZIONI E RITIRO REFERTI (CAPIR). Presso tale centro è possibile ritirare i referti, avere un servizio di informazioni, accoglienza, orientamento ed interpretariato. Il CAPIR, ubicato a destra dell'atrio, è aperto dal lunedì al sabato esclusi i festivi dalle ore 7.30 alle ore 20.00.


Accesso al Servizio

Il ricovero in ospedale può avvenire in diversi modi:

  1. RICOVERO URGENTE: è deciso dal medico del Pronto Soccorso dopo la visita al paziente che necessita un intervento immediato.
  2. RICOVERO PROGRAMMATO: può venire proposto per patologie non urgenti dal medico di medicina generale, dal pediatra di libera scelta, da un medico specialista del SSN, da un medico dell'ospedale. La valutazione della necessità del ricovero e la sua prenotazione viene effettuata presso l' Unità Operativa di degenza. Il ricovero programmato può essere:
    1. ORDINARIO
    2. A CICLO DIURNO (DAY HOSPITAL): per ricovero o cicli di ricovero programmati, ciascuno di durata inferiore ad una giornata, con erogazione di prestazioni di cura e diagnosi, che se prevede l'esecuzione di interventi chirurgici con ricovero in una sola giornata è chiamato CHIRURGIA DI GIORNO (DAY SURGERY).

INFORMAZIONI SUL RICOVERO

Documenti da portare

Il paziente al momento del ricovero, fatto salvo i ricoveri d'urgenza, dovrà recarsi direttamente all'Unità Operativa con i seguenti documenti:

  • proposta di ricovero di uno dei sanitari sopraindicati;
  • prenotazione di ricovero nell'apposita Unità Operativa di degenza;
  • tessera sanitaria rilasciata dal Servizio Sanitario ( in assenza della quale è possibile solo il ricovero in urgenza);
  • documento di riconoscimento.

È raccomandabile portare con sé tutta la documentazione clinica di cui si è in possesso, come esami ed accertamenti diagnostici già eseguiti e cartelle cliniche relative a ricoveri precedenti.

Il paziente può richiedere alla segreteria dell'Unità Operativa di Degenza certificati attestanti il ricovero (per il datore di lavoro, assicurazioni, ecc.).

Consigli

Si consiglia di portare solo oggetti strettamente necessari come sapone, deodorante, dentifricio, spazzolino da denti, pettine, asciugamani, biancheria personale, pigiama, camicia da notte, vestaglia e pantofole; non portare oggetti di valore o particolarmente voluminosi. In ogni caso attenersi alle disposizioni specifiche del singolo reparto.

Visite mediche

Durante il periodo della visita medica, generalmente dalle ore 8.00 alle ore 11.30, è indispensabile rimanere nella propria stanza e comunque avvisare il personale infermieristico qualora il paziente decidesse di allontanarsi. I ricoverati hanno diritto ad essere informati sulle proprie condizioni di salute; il Responsabile e i medici dell'Unità Operativa sono disponibili, in orari stabiliti ed esposti nei reparti, a fornire tutti i chiarimenti necessari.

In base alla legge 675 del 1996 sulla privacy, i medici non possono fornire alcuna informazione sulle condizione del paziente senza il consenso dell'interessato.

Consenso informato

Le norme di legge, oltre che il codice deontologico, impongono al medico di informare sempre il paziente sull'iter diagnostico cui lo stesso dev'essere sottoposto, nonché sui rischi e i disagi conseguenti il trattamento. In particolare, per prestazioni che prevedano interventi chirurgici, esami diagnostico-clinici invasivi, trasfusione di sangue, o in generale atti medici complessi, il paziente deve esprimere in maniera valida e consapevole il proprio consenso, ricevendo tutte le informazioni necessarie a tale scopo. Tutto ciò è formalizzato con la sottoscrizione da parte del paziente di un modello predisposto in uso in ogni reparto.

Orari di visita

Ogni paziente può ricevere la visita di parenti o conoscenti negli orari stabiliti dalle norme organizzative dei reparti e del presidio. Le informazioni sugli orari di visita sono portate a conoscenza del pubblico attraverso modalità adeguate.

I bambini di età inferiore ai 12 anni è bene non siano portati in visita perché più soggetti degli adulti alle malattie.

Pulizia e ordine

La pulizia di armadietti, letti e comodini viene effettuata ogni giorno da apposito personale (vestito con divisa rossa). E' importante mantenere in ordine gli arredi e la stanza e non lasciare oggetti fuori dagli armadi e dai comodini al fine di facilitare le operazioni di pulizia. I fiori nelle camere di degenza possono causare disagio (allergie, cattivi odori…). E' necessario perciò chiedere l'autorizzazione al personale infermieristico.

Tranquillità del ricovero

I degenti non devono dare disturbo agli altri pazienti; per favorire il riposo notturno è richiesto il silenzio dalle ore 22.00 alle ore 7.00. Nessuna persona è autorizzata a chiedere donazioni in denaro, effettuare vendite all'interno dei reparti di degenza e della struttura ospedaliera a parte giornali, riviste o tessere telefoniche.

Pasti

I pasti sono serviti all'interno delle fasce orarie indicate in ciascun presidio ospedaliero. La dieta è parte integrante della terapia. Alimenti e bevande possono essere portati dall'esterno solo dopo avere consultato il personale infermieristico.

Telefono

Negli spazi comuni dei Presidi Ospedalieri sono disponibili telefoni pubblici. E' vietato l'uso dei cellulari all'interno dei reparti. Le telefonate dall'esterno sono comunicate al paziente compatibilmente con le esigenze di servizio.

Dimissioni

Al momento della dimissione sarà rilasciata una relazione da consegnare al medico curante del paziente ed è possibile richiedere alla Direzione sanitaria dell'ospedale la copia della cartella clinica o di altri documenti sanitari relativi al ricovero. Tale documentazione può essere rilasciata al paziente o ad altra persona con delega firmata dal paziente, su carta semplice, con allegata fotocopia di un suo documento di riconoscimento valido.

Fumo

Nel rispetto della legge e della salute, non è consentito fumare nei Presidi Ospedalieri.

Assistenza sociale

Il servizio di Assistenza sociale può essere attivato dal personale dell'Unità Operativa di degenza o dai familiari riferendosi alla Capo Sala. Si occupa delle problematiche dei pazienti ricoverati con particolare riferimento a:

  • anziani non autosufficienti che necessitano di interventi socio riabilitativi o di assistenza domiciliare o dimissioni protette;
  • minori con problemi familiari;
  • madri in difficoltà;
  • portatori di handicap;
  • ricoverati in stato di bisogno.

Assistenza religiosa

Nei rispettivi Presidi, è garantita l'assistenza religiosa cristiano-cattolica e la celebrazione della S. Messa.

I degenti di altre confessioni possono chiedere, tramite il Capo Sala del reparto, l'assistenza del Ministro di culto desiderato.


Il Volontariato

L'Ospedale garantisce l'assistenza diretta ai ricoverati attraverso personale qualificato; all'interno dell'ospedale è comunque presente personale appartenente alle associazioni di volontariato regolarmente autorizzate ad effettuare, in casi particolari, assistenza di tipo alberghiero, compagnia, custodia, con preclusione di ogni attività di tipo infermieristico. I degenti o loro famigliari possono chiedere informazioni al Capo Sala del reparto.

Regolamentazione delle assistenze familiari e private nei reparti di degenza

Oltre agli accessi consentiti negli orari di visita potrà essere chiesta, in particolari casi, l'autorizzazione alla presenza di familiari per l'assistenza al paziente. Tale autorizzazione è rilasciata dalla Capo Sala del reparto. Il familiare autorizzato dovrà essere munito di apposito cartellino di riconoscimento. Nei casi di impossibilità a garantire la propria presenza direttamente, il familiare potrà usufruire di servizi di assistenza di altre figure espressamente autorizzate, sempre previa autorizzazione della Capo Sala. Il personale di reparto e quello di vigilanza è autorizzato ad allontanare le persone presenti in reparto e non autorizzate.

Chi si occupa dell'assistenza al paziente può usufruire del servizio mensa acquistando il relativo buono pasto chiedendo l'autorizzazione al Capo Sala.

Informazioni generali

Presso l'Atrio dell'Ospedale S. Maria del Carmine di Rovereto tel. 0464 453500 è presente il CENTRO DI ACCETTAZIONE, PAGAMENTO, INFORMAZIONI E RITIRO REFERTI (CAPIR). Presso tale centro è possibile ritirare i referti, avere un servizio di informazioni, accoglienza, orientamento ed interpretariato, fare reclami e segnalazioni di disservizi. Il CAPIR è aperto dal lunedì al sabato esclusi i festivi dalle ore 7.30 alle ore 20.00.


Standard

La pulizia dei locali delle parti comuni e delle camere di degenza e servizi igienici di pertinenza è assicurata da almeno 2 passaggi al giorno(mattina e pomeriggio)

La qualità del vitto è misurata attraverso indagini presso i degenti nelle quali deve risultare una soddisfazione di almeno il 70% degli intervistati.

Viene assicurato il rispetto della normativa sull'igiene

La varietà del menù è garantita dalla possibilità di almeno 2 scelte per piatto (primo e secondo)

La dieta è considerata come parte integrante della cura e quindi sono assicurate diete compatibili con la patologia e le condizioni del paziente.

E' assicurata la coerenza fra diete validate e distribuite

Gli orari di distribuzione del vitto variano da reparto a reparto ed indicativamente sono ricompresi nelle seguenti fasce orarie:

Colazione: dalle 7,15 alle 8,00

Pranzo:dalle 11,15 alle 12,00

Cena: dalle 18,15 alle 19,00

La pulizia delle lenzuola è assicurata dal loro tempestivo cambio

E' assicurata la possibilità per il cittadino di accedere ad un punto di ristoro (anche automatico) e la possibilità di acquistare almeno uno dei principali quotidiani locali

L'informazione per l'orientamento all'ingresso è assicurata attraverso la disponibilità di un prospetto informativo (cartellonistica all'ingresso e sui percorsi) riassuntivo dei servizi e di come raggiungerli

L'informazione all'interno degli ascensori è assicurata con informativa (cartellonistica)contenente indicazioni dei piani e dei servizi

L'informazione generale sui servizi della struttura e del reparto è assicurata con la consegna a tutti i fruitori dei servizi della relativa scheda della Carta dei servizi

Per assicurare la riconoscibilità immediata e agevole dell'identità degli interlocutori, tutto il personale di contatto con il pubblico deve portare il cartellino identificativo o etichetta stampata sulla divisa con scritti a caratteri ben leggibili: nome, cognome e qualifica

E' assicurata la presenza di almeno 1 cassetta raccolta reclami, segnalazioni e proposte di miglioramento per ogni piano nelle strutture complesse e almeno 1 nell'atrio nelle altre strutture

Per rendere esplicita la situazione in merito alla qualità percepita è assicurata a richiesta la disponibilità del rapporto annuale sui reclami, sulle segnalazioni e sulle proposte di miglioramento

E' assicurata l'applicazione della procedura stabilita per il consenso informato

La consegna della cartella clinica secondo le normative vigenti è assicurata entro massimo 20 giorni dalla richiesta.