PROGETTO SOLIDARIETA' ZIMBABWE

Un medico cardiologo e due infermiere dello Zimbabwe stanno seguendo uno stage presso i reparti di cardiologia di Trento e di Rovereto in vista dell’allestimento di un reparto per la diagnosi, la cura e la riabilitazione nel nosocomio in cui operano: una struttura di 450 posto letto con 8 medici e un discreto numero di personale infermieristico professionalmente molto preparati. L’organico medico annovera anche il noto chirurgo trentino il dott. Claudio Spagnolli.

L’iniziativa è il risultato di un'azione congiunta fra la Sezione della Croce Rossa delle Valli Dolomitiche coordinata da Giorgio Merighi, il Dipartimento di Cardiologia di Trento, l’Azienda Sanitaria provinciale e la nostra associazione per la lotta alle malattie cardiovascolari (A.L.MA.C. onlus) che si è preoccupata in parte della logistica degli ospiti, sollecitando anche l’adesione al progetto che prevede, tra l’altro l’istituzione di un’unità coronarica di singoli benefattori, dato il costo assai oneroso del programma.

Il parere favorevole era stato dato dopo la visita alla struttura ospedaliera di una delegazione trentina guidata dal primario di Trento dott. Roberto Bonmassari.

La provincia di Trento ha erogato un proprio contributo per la fattibilità del piano sui fondi della cooperazione internazionale.

Daremo più avanti un compiuto rapporto su tutta l’operazione aperta al sostegno di chiunque.

FAQ